<< INDIETRO
DOSA
un museo nel parco archeologico-fluviale di Sarcapos


Un’architettura che vuole comunicare l’idea del ciclo: ciclo del tempo e ciclo dell’ecosistema fluviale. Un edificio che, pur rendendo disponibili superfici e volumi importanti, e pur volendo assumere il ruolo di segno riconoscibile nel contesto di questa porzione di territorio, intende rispettare e assecondare la morfologia e la naturalità dei luoghi. Un museo il cui percorso espositivo si snoda in lieve pendenza come il trascorrere del tempo nella storia dell’uomo che ascende dalle remote vestigia dell’emporio costiero ad oggi.
località:
Villa Putzu
ente banditore:
xxx
data:
2011
partner:
arch. Francesco Guerra, SEAcoop (Daniele Fazio, Giorgio Quaglio), Aleph3, arch. Jens Seidel, arch. Federico Zanet, arch. Luisa Carta