MONITORAGGI ITTIOFAUNA

ADDESTRAMENTO PERSONALE ARPA PIEMONTE E MONITORAGGIO REGIONALE ITTIOFAUNA

Seacoop, in collaborazione con il dott. Stefano Bovero, si occupa della formazione teorica e dell’addestramento operativo dei tecnici ARPA inerente le attività di monitoraggio ittico previsto dal DL 152/2006. Il Settore Tutela delle acque della Direzione Regionale Ambiente, Governo e Tutela del Territorio, ha infatti affidato ad Arpa Piemonte la realizzazione del monitoraggio della fauna ittica dei corpi idrici piemontesi, ad integrazione del monitoraggio complessivo che già l’Agenzia svolge per tutte le altre componenti biologiche. Per tale attività ARPA ha deciso di farsi supportare da SEAcoop che, per il 2016-2017, applicherà il “Protocollo ISPRA 2040 di campionamento e analisi della fauna ittica dei sistemi lotici guadabili” su 50 stazioni dislocate sull’intero territorio regionale. Nel panorama italiano si tratta di una delle rare esperienze, su larga scala, di applicazione di tale approccio metodologico. I primi dati confermano la presenza, in puntuali aree, di specie rare e tutelate come la lampreda (Lampreda zanandrei), la cagnetta (Salaria fluviatilis) o il gobione (Gobio benacensis), ma anche la progressiva diffusione di numerose specie alloctone come ad esempio il barbo europeo (Barbus barbus) in espansione verso il Nord Ovest del Piemonte rispetto alle ultime valutazioni regionali o il sempre più diffuso gobione europeo (Gobio gobio).